martedì 7 febbraio 2017

"Mondipossibili" incontra la Scuola


“Collaborare” è la prima parola chiave di questo anno.
La provenienza è senza dubbio latina; composto di “con” e “labor”: lavorare insieme.
Quale altra “collaborazione” ci viene in mente, se non quella fatta con la scuola?
Così, per il progetto “Alternanza Scuola-Lavoro” reso obbligatorio in Italia, per tutti gli istituti superiori di II grado, abbiamo deciso di farci conoscere e affrontare un percorso lungo tutto l’anno, con alcune classi del Liceo Scientifico “Archimede-Pacinotti” e classi dell’istituto superiore Liceo Scientifico “Giordano Bruno”.

La seconda parola che noi usiamo in questo ambito è “Bellezza”, intesa come capacità di rendere migliore il futuro grazie al proprio impegno.
“Collaborare e Bellezza” fanno da filo conduttore nei vari percorsi intrapresi.

All’inizio i ragazzi sono stati un po' “scettici” e timidi, ma dopo averci conosciuto si sono abituati all’idea che proponevamo e si sono sciolti, sono molto più collaborativi, inventivi e molto dinamici.

Stiamo imparando a conoscere i “Green Jobs”, lavori che negli ultimi anni sono molto richiesti… e ancora la Green economy, con la partecipazione di esperti che illustrano la propria esperienza di successo e le conseguenze positive nel complicato mondo del lavoro.
I ragazzi stanno imparando a collaborare attraverso la “costruzione di un impresa” che li renda indipendenti, con l’invenzione di un oggetto utile alla cittadinanza e ambientalista, che contribuisca alla salvaguardia della natura.

Altri ragazzi invece si occupano di rivalutare un quartiere di Roma, con le giornate di “Puliamo il Mondo” e grazie anche alla collaborazione della scuola primaria Piaget , nello stesso quartiere, affrontano un percorso di formazione per educatori ambientali nato da un progetto sperimentale di “Peer education”.
Rivalutare il quartiere della loro scuola, rivalutare i giardini dove giocano i più piccoli renderli più puliti e soprattutto ad averne cura.
I ragazzi sembrano molto interessati e molto creativi in questi due percorsi.

Noi cerchiamo sempre di trasmettergli tutto l’amore e il rispetto della natura che li circonda, essendo Legambiente... cerchiamo di coinvolgerli il più possibile anche nel discorso riguardante la loro Città, Roma, che ha bisogno di sempre più persone che la rispettino e le rendano giustizia, per riportare Roma ad essere Orgogliosa ed Eterna.

I percorsi intrapresi aiutano i ragazzi a districarsi nel mondo del lavoro, quello che oggi risulta pieno di incertezze e difficoltà.

Noi, circolo Legambiente di via Nizza, Mondipossibili, cerchiamo di rendere la didattica più attiva,di motivare all’apprendimento e all’assunzione di responsabilità personali e civiche, inoltre cerchiamo di far intuire la grande possibilità lavorativa che offre la “Sostenibilità Ambientale”.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento!

Cerca nel blog