lunedì 29 maggio 2017

La mia Magnalonga

Sabato 20 Maggio, ho partecipato all’evento piu in voga in questo Maggio pazzerello,a Roma,la Magnalonga in bicicletta.
L’evento comprendeva sei Tappe ed io facevo da volontaria alla prima, al Parco Francesco Albani, a pochi km dalla partenza, cioè dalla Ex Cartiera Latina.
Siamo partite da Monterotondo, io e mia sorella, anche lei volontaria, in più facente parte del Circolo Legambiente L’Armonia di Monterotondo.
Il Tempo non prometteva nulla di buono...le nuvole si addensavano all’orizzonte, c era un po di vento, ma non ce ne siamo curate.
Arrivate sul Grande Raccordo Anulare, faceva la grandine e Roma era ostaggio del tempo brutto , la sera prima c’era stata una bomba d’acqua e le premesse per la mattinata non erano affatto simpatiche.
Roma sott’acqua ancora,le strade allagate, le macchine ferme, in panne, gli altri volontari non riuscivano a scendere dai camioncini per allestire la tappa.
L’apoteosi, il 20….Maggio!
Finalmente smette di Piovere,facciamo pochi metri ,come rane in uno stagno ed entriamo nel Parco.
Ci sistemiamo e facciamo amicizia con altri volontari, avremmo passato ore insieme di risate e emozioni.
La nostra Coordinatrice era Camilla, a sua volta coordinatrice dei volontari dello Sve 2016 ad Anticoli Corrado.
Ci siamo messi subito all’opera,preparando la nostra postazione e il rinfresco per i partecipanti.
Il tempo alla fine ci ha graziato,facendo uscire il Sole nella tarda mattinata e noi volontari abbiamo fatto tutto il possibile per far si che nel nostro stand , le famiglie e chi partecipava alla manifestazione si trovasse a proprio agio.
Abbiamo scherzato, riso a crepapelle, ci siamo inzuppati dalla testa ai piedi ma alla fine, eravamo pieni di gioia.
E’andato tutto bene, in meno di mezz’ora abbiamo finito tutto cio che avevamo preparato per 500 persone.
E’ stata una bella Esperienza, in fondo conoscere altre persone,pronte a far qualcosa di diverso,u aiutoi sostenibile in primis per Roma, ti da la sensazione che questo mondo non è poi tanto male e che insieme possiamo far grandi cose.
Mi sono sentita parte di una grande Famiglia!

martedì 16 maggio 2017

L'Elogio della Bicicletta

La Bicicletta, più comodamente chiamata "Bici" è un veicolo azionato grazie alla forza muscolare delle nostre Gambe,costituito da un Telaio,cui sono" legate " due Ruote, allineate una dietro l'altra,dotata di un sistema meccanico per la trasmissione della potenza alla forza motrice.

In Italia, rientra nella classifica dei "Velocipedi".



La Bicicletta nasce in Francia nel 1791,con l'invenzione da parte di Medè de Sivrac, del "Celerifero".
Nel 11817, quasi un secolo più tardi,inventò la Drasina,(la macchina da corsa) e nel 1861 si aggiunsero i Pedali.
Il biciclo fù molto in voga fino agli anni ottanta,e fù oggetto di studi il moto di profusione della forza generata dai pedali.






Nel 1884 si arrivò ad una bicicletta di sicurezza, progettata da Starley ,che ebbe un importantissimo successo commerciale.
Nei primi anni del Novecento,ci fù un importante sviluppo delle competizioni sportive, come il "Tour de France" e ancora il famoso Giro d'Italia.



 L'Evoluzione della Bicicletta ;







 La bicicletta è anche uno strumento per  fare attività fisica,per trasporto o semplicemente per Hobby.
L'uso della Bicicletta è legato al discorso ambientale,poiche usare la bicicletta non comporta costi aggiuntivi,anzi...ha effetti positivi sulla salute,non ingombra, non inquina,e da numerosi studi, risulta che la bicicletta è un mezzo di trasporto con minor dispendio di Energie.
Inoltre la manutenzione delle bici, è alla portata di chiunque.



La bicicletta è stata fino a pochi decenni fa solo un fondamentale mezzo di trasporto , spesso l'unico a disposizione delle classi meno agiate.

Lo sviluppo economico ha poi portato ad un'importante diffusione dell'automobile, che ha in gran parte soppiantato l'uso della bicicletta come mezzo di trasporto.
 Con l'aumento del traffico l'utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto è ridiventato concorrenziale.
 Il vantaggio aumenta notevolmente se si includono i tempi e/o costi di parcheggio, e diventa incolmabile se vengono conteggiate anche le ore di lavoro necessarie a mantenere un'autovettura.
 A favore della bicicletta, in qualità di mezzo di trasporto urbano, vanno ad aggiungersi l'estrema economicità rispetto agli altri mezzi e l'impatto ambientale nullo.



Oggi a Roma, specialmente nel nostro quartiere, si vedono moltissime "City Bike" ossia, bici da città, fatte appositamente per muoversi all'interno della città, per spostamenti cittadini.
Da un po di anni poi, la bicicletta ha ripreso molto piede poichè utilizzata nelle politiche di incentivo per l'utilizzo condiviso,rendendola fruibile cioè a tutti, attraverso una rete di postazioni di deposito/prelievo, diversa dal  noleggio.
Questa condivisione si chiama "Bike sharing" e può rappresentare un incentivo all'uso dei mezzi pubblici.

Sempre qui nella Capitale, si sta lottando per avere un Grab, un grande raccordo anulare delle Biciclette, che consenta di girare Roma,da Nord a Sud con la Bici,colllegando anche l'Aeroporto di Ciampino con la Città, attraverso questa pista ciclabile.


 "Le persone sono come le biciclette: riescono a mantenere l'equilibrio solo se continuano a muoversi " (Einstein)




Infine la Bici è anche il fulcro della nostra Magnalonga,senza di lei, nulla avrebbe più senso.

Che c'è di piu bello di una Pedalata tra le strade di Roma (senza automobili)?
Appuntamento allora a Sabato 20 alla Ex Cartiera , dove prenderà il via questa bellissima manifestazione, per ricordare a tutti quanto sia importante muoversi senza procurare danni a tutto ciò che ci circonda , promuovendo la MOBILITÀ SOSTENIBILE e RISPETTANDO L'AMBIENTE.







lunedì 15 maggio 2017

Dentro la MagnaLonga



Alla MagnaLonga, Sabato 20 Maggio, parteciperanno anche i ragazzi della III A del Liceo Scientifico dell'IMS Giordano Bruno di Roma, con cui abbiamo svolto Educazione Ambientale per  Alternanza Scuola Lavoro.

I ragazzi cureranno l'organizzazione della Terza Tappa, cioè quella al "Parco del Tevere Magliana" dalle ore 15;00 alle ore 19;00

Dove si trova? In Corripondenza di Via Foiano della Ghiana (sotto le gradinate).





  •  L'intrattenimento è offerto da:  Liceo Musicale Giordano Bruno, Roma Fencing Asd , Primavera Rugby





Per info; www.magnalonga.net

 

mercoledì 10 maggio 2017

La casa del Parco, la Valle dell'Aniene

 Ieri, 9 Maggio, si è tenuto il secondo incontro di Formazione Aggiuntiva e Partecipata, questa volta alla scoperta dell'Aniene.
L'incontro e tutta la formazione si è tenuto alla Casa del Parco, che si trova in una traversa di viale Kant.
La casa del Parco è dell' associazione onlus Insieme per L'Aniene , un associazione sorta per iniziativa dei cittadini nel 1999,per proteggere e salvaguardare la Valle.
L'associazione è un costante punto di riferimento per tutti i cittadini e istituzioni che sono attente alla salvaguardia del patrimonio naturalistico e archeologico di quella specifica zona di Roma.
L'associazione come territorio,comprende anche quello del Parco della Cervelletta,Pratone delle Valli e Casale Scarpa.
La casa del Parco è in gestione dell'associazione dal 2001,per conto di Ente RomaNatura.
Anche li, ci sono ragazzi che stanno facendo Servizio Civile,tra l'altro visti ad altre formazioni, che ci hanno offerto il loro aiuto per visitare la Valle.
Ci hanno portato all'interno, tra le rovine romane di un porto fluviale che adesso è un percorso pianeggiante dove andare per poter respirare un po d'aria pura.
Ci puoi accedere tranquillamente per andare a fare una passeggiata, per correre, per stare all'aria aperta e non sentire il rumore delle macchine.
Come dicevo, ci hanno portato a fare dei percorsi, all'interno della Valle, all'interno di un canneto,sulle sponde del fiume,alla ricerca di fauna e flora nascosta.
Ci hanno portato a vedere anche gli orti urbani,dal 2011 hanno attivato un progetto di orticultura con piu' di 100 lotti .
L'area della Valle è estesa fino al centro abitato, questo è molto rischioso per le specie animali , ma anche un ambiente sano e protetto, che gli abitanti intorno alla Valle vogliono salvaguardarlo dall'inciviltà e dalla sempre piu preoccupante non curanza delle aree verdi.
Io non conoscevo nulla della valle dell'Aniene , ne tantomeno la Casa del Parco.
Mi ha sorpreso molto trovarla vicino viale Kant e sono rimasta entusiasta del luogo e delle ricchezze naturali di cui andare fieri  ma che, il piu delle volte neanche conosciamo.
I quattro ragazzi del servizio civile sono stati carini e molto alla mano.

Mi piace ritrovarmi in mezzo alla Natura, nei Boschi, a contatto con la Terra,e non c è stata cosa piu' bella che stare li, nella Valle dell'Aniene ,per questa giornata di Formazione.


Sabato 13 Maggio Festa Nazionale della Decrescita Felice

Sabato e Domenica 13 e 14 Maggio , presso la Città dell'altra Economia(Largo Dino Frisullo- Metro B Piramide)si terranno due giornate di convegni, seminari,proiezioni film, laboratori di autoproduzione, mercatino artigianale e contadino, attività per bambini, con i circoli MDF(movimento decrescita felice) che festeggiano i primi 10anni di attività.

Dal 2007 questo movimento compie importantissimi passi per la sensibilizzazione sugli stili di vita consapevoli,una maggiore attenzione all'ambiente, la scoperta del vero significato di "progresso" che ha a che fare con le relazioni umane, prima di tutto,e del rispetto del nostro Pianeta.

1)Come è possibile ridurre gli sprechi energetici?
2)Cosa ci mettiamo nel Piatto?
3)Come si fa a produrre autonomamente beni primari?



Questi due giorni saranno anche un occasione per poter rifletterci tutti insieme.

Qui di seguito, riportiamo il link del programma del 13 e 14 Maggio.

https://www.facebook.com/mdecrescitafelice/    (pagina fb)

Cerca nel blog