giovedì 16 febbraio 2017

"MondiPossibili" on air

Nella notte tra Lunedì 13 Febbraio e Martedì 14 Febbraio, noi circolo di Legambiente siamo stati ospiti di una “web radio” locale, “RADIO IMPEGNO,la radio che non dorme mai.”
Radio impegno trasmette in streaming dalle ore 24.00 da Corviale, il Serpentone per i Romani,sulla via Portuense e dall' 01.00 sulla stazione fm di 97.7 “Città Futura”.
Questa radio esiste dal 2015/2016, dopo il brutto incendio di origine dolosa, sviluppatosi nella sede del campo sociale chiamato “campo dei miracoli” che ha distrutto  tutta la bellezza e l’essere bio di questo quartiere
Ricordiamo per l’appunto che in questo campo di calcio  non c’era e non c'è tutt'ora nessuna presenza di cemento, il campo e' stato costruito con materiali biodegradabili e compostabili.
E' stato riconosciuto come una delle migliori opere in bioarchitettura e riconosciuto anche come primo esperimento di Architettura sociale.
Questa web radio nasce, appunto per raccontare la Roma volenterosa e presente sul territorio.
Si pone come obiettivo quello di “denunciare” le piccole e grandi prepotenze che si verificano nei quartieri periferici di Roma e voler stimolare la partecipazione dei cittadini rendendoli partecipi e attivi sia nella vita sociale che politica di Roma.
Radio Impegno vuole  custodire il campo dei miracoli, oggi simbolo della rinascita e  costruire una rete web per diffondere la cultura della legalità.
Siamo andati a Corviale,ospiti di questa web radio, perchè inizialmente interessati a costruirne una nostra, proprio di Mondipossibili..
Le quattro colonne portanti del circolo sono stati in onda per ben 3 ore,parlando delle varie attività che stiamo svolgendo oggi anche grazie alla partecipazione di altre associazioni.
Hanno parlato del “servizio civile” , dello Sve, il servizio Civile Europeo al Casone ad Anticoli Corrado, (da poco anche bed & breakfast su booking.it) e di conseguenza tutte le attività che si svolgono a pochi chilometri da Roma,della valle dell’Aniene ai campi estivi che si svolgono da Giugno ad Agosto,per bambini dagli 8 ai 12anni, dei paesini e borghi che custodisce la vallata,del fiume Aniene…. e ancora, dei Green Jobs, le attività svolte con la Asl di Roma1, il G.a.s., raccontando che da circa 30 anni  i gruppi di acquisto hanno preso piede in molte città e appunto nel quartiere Trieste-Salario di Roma, raccontando la provenienza e la sicurezza di questi prodotti biologici e chi sono gli “agricoltori” che li coltivano….
Sembravano conoscere perfettamente l’ambiente della radio,soprattutto la nostra presidente Roberta Miracapillo  che con un linguaggio semplice e con molta tranquillità ha spiegato il più della vita quotidiana del circolo ….
E’ stato molto carino confrontarci con una radio locale, molto divertente per chi li vedeva attraverso il web e per chi li ascoltava in fm,nonostante l’orario tardo e il sonno che incombeva anche sui più temerari…


Per rivedere i nostri amici basta cliccare qui sotto ; 

 https://livestream.com/radioimpegno/events/5482892/videos/149372479 




Il G.A.S che ci rispetta


Pensiamo all’equità, alla solidarietà, alla sostenibilità, alla dignità del lavoro, al rispetto per l’ambiente, al rapporto diretto tra individui, all’abbattimento degli imballaggi inquinanti, alla riduzione dell’ emissioni di CO2 e ai prodotti biologici.
Accomunare tutte queste caratteristiche in un unico comparto sembrerebbe impossibile, mentre esiste una realtà dove questo elenco di principi viaggia sottobraccio.
Stiamo parlando dei G.A.S: Gruppo di Acquisto Solidale.
Questo acronimo prende vita attraverso il coordinamento di un insieme di persone, il quale senza scopo di lucro, decide di acquistare beni in modo costante da produttori che hanno finalità etiche, di solidarietà sociale e sostenibilità ambientale.
Questo modo di acquisto nasce nel 1994 a Fidenza, in Reggio Emilia, insieme all’operazione ‘Bilanci di Giustizia’. Quest’ultimo è uno strumento di rilevazione per le famiglie che ha come scopo la verifica sul bilancio dei congiunti, per valutare quanto e in che modo il GAS influenza sul loro stile di vita. E’ la prima volta che questi nuclei si confrontano in gruppo, affrontano temi di interesse comune, organizzandosi per praticare comportamenti equi nel loro quartiere.
Questa nuova coesione genera un eco che, nel 1996, suscita il bisogno di un nuovo paradigma, realizzato attraverso la pubblicazione dal Centro Nuovo Modello di Sviluppo della "Guida al Consumo Critico". Questo vuole sottolineare l’importanza di quanto il consumo non sia un fatto privato che riguarda ogni singolo individuo, ma che genera conseguenze sull’energia, sui rifiuti, sulle condizioni di lavoro e sulla biodiversità.
Nel 1997 si arriva a un nuovo importante step, in quanto nasce la rete dei gruppi d'acquisto, avente scopo di collegare i diversi gruppi, scambiare informazioni sui prodotti, sui produttori, e diffondere l'idea dei gruppi d'acquisto.
Siamo consapevoli, in quanto circolo e fondatori del G.A.S Mondipossibili, dell’importanza di questo strumento, il quale ci ha concesso di costruire rapporti con i nostri produttori, creando una rete non solo virtuale ma soprattutto umana in cui, sostenerci nei nostri traguardi, è diventato un punto di forza.

martedì 7 febbraio 2017

"Mondipossibili" incontra la Scuola


“Collaborare” è la prima parola chiave di questo anno.
La provenienza è senza dubbio latina; composto di “con” e “labor”: lavorare insieme.
Quale altra “collaborazione” ci viene in mente, se non quella fatta con la scuola?
Così, per il progetto “Alternanza Scuola-Lavoro” reso obbligatorio in Italia, per tutti gli istituti superiori di II grado, abbiamo deciso di farci conoscere e affrontare un percorso lungo tutto l’anno, con alcune classi del Liceo Scientifico “Archimede-Pacinotti” e classi dell’istituto superiore Liceo Scientifico “Giordano Bruno”.

La seconda parola che noi usiamo in questo ambito è “Bellezza”, intesa come capacità di rendere migliore il futuro grazie al proprio impegno.
“Collaborare e Bellezza” fanno da filo conduttore nei vari percorsi intrapresi.

All’inizio i ragazzi sono stati un po' “scettici” e timidi, ma dopo averci conosciuto si sono abituati all’idea che proponevamo e si sono sciolti, sono molto più collaborativi, inventivi e molto dinamici.

Stiamo imparando a conoscere i “Green Jobs”, lavori che negli ultimi anni sono molto richiesti… e ancora la Green economy, con la partecipazione di esperti che illustrano la propria esperienza di successo e le conseguenze positive nel complicato mondo del lavoro.
I ragazzi stanno imparando a collaborare attraverso la “costruzione di un impresa” che li renda indipendenti, con l’invenzione di un oggetto utile alla cittadinanza e ambientalista, che contribuisca alla salvaguardia della natura.

Altri ragazzi invece si occupano di rivalutare un quartiere di Roma, con le giornate di “Puliamo il Mondo” e grazie anche alla collaborazione della scuola primaria Piaget , nello stesso quartiere, affrontano un percorso di formazione per educatori ambientali nato da un progetto sperimentale di “Peer education”.
Rivalutare il quartiere della loro scuola, rivalutare i giardini dove giocano i più piccoli renderli più puliti e soprattutto ad averne cura.
I ragazzi sembrano molto interessati e molto creativi in questi due percorsi.

Noi cerchiamo sempre di trasmettergli tutto l’amore e il rispetto della natura che li circonda, essendo Legambiente... cerchiamo di coinvolgerli il più possibile anche nel discorso riguardante la loro Città, Roma, che ha bisogno di sempre più persone che la rispettino e le rendano giustizia, per riportare Roma ad essere Orgogliosa ed Eterna.

I percorsi intrapresi aiutano i ragazzi a districarsi nel mondo del lavoro, quello che oggi risulta pieno di incertezze e difficoltà.

Noi, circolo Legambiente di via Nizza, Mondipossibili, cerchiamo di rendere la didattica più attiva,di motivare all’apprendimento e all’assunzione di responsabilità personali e civiche, inoltre cerchiamo di far intuire la grande possibilità lavorativa che offre la “Sostenibilità Ambientale”.

martedì 24 gennaio 2017

Campi estivi 2017

Sono aperte le preiscrizioni per i campi estivi della prossima estate. Dedicati a bambini e ragazzi dagli 8 ai 12 anni, si svolgeranno ad Anticoli Corrado (RM), nella Valle dell'Aniene, con educatori Legambiente sempre presenti.

Le date: dal 18 al 24 giugno; dal 25 giugno al 1 luglio; dal 9 al 15 luglio.

I campi estivi Legambiente offrono ai ragazzi la possibilità di vivere una settimana, divertente e stimolante, a contatto con la natura.
Le attività che verranno proposte saranno all'insegna della sostenibilità ambientale, per imparare a vivere l'ambiente in maniera più consapevole; per conoscere tradizioni e sapori del nostro territorio, imparando a mangiare in modo sano e naturale; per scoprire e preservare le risorse che la natura ci offre, maturando, con gli altri, nuove idee per costruire modelli di vita sostenibile.

I nostri educatori
Gli operatori appartengono al registro nazionale degli educatori ambientali che, oltre ad essere qualificati nei settori pertinenti, hanno maturato, durante anni di esperienza nel duplice ruolo di animatori ed educatori di soggiorni didattici, la giusta sensibilità per valutare le dinamiche del gruppo e le esigenze dei singoli.
Il circolo ha maturato un'esperienza pluriennale nella gestione dei campi estivi per tutte le età.

Qui potete leggere la proposta educativa completa 2017, che comprende anche soggiorni per famiglie, campi di volontariato e molto altro.

Per la preiscrizione (che andrà confermata con la sottoscrizione del regolamento e l'invio di un anticipo) potete compilare il modulo di preiscrizione.

Per informazioni, prenotazioni o qualsiasi dubbio contattateci
legambientemondipossibili@gmail.com
Facebook: Legambiente Mondi Possibili
348-7329393 (Roberta)

giovedì 12 gennaio 2017

Un anno di Servizio Civile con Legambiente

Questo stupendo viaggio è iniziato il 12 settembre 2016, quando, dopo aver saputo di aver passato il colloquio, io e Noemi ci siamo recate al centro di Roma per le ultime delucidazioni sul percorso che avremmo cominciato da lì a breve. Non sapevamo nulla, oltre ciò che avevamo studiato sulle regole del servizio civile, ignare di tutto ciò che avremmo dovuto affrontare...
Eravamo un po tese, ma molto emozionate all’idea di dover condividere tutti questi mesi insieme, ma è bastato uno sguardo e un sorriso tra noi due, che ci siamo subito “trovate”.

Il nostro primo impatto, con Legambiente, con l’Arci, promotore di questo Servizio Civile e con gli altri ragazzi volontari proprio come noi, è andato benissimo.
Abbiamo trovato un clima euforico misto all’inconsapevolezza.

Noi due siamo volontarie del Circolo Di Mondi Possibili,di via Nizza, un circolo piccolo nella sede, ma GRANDE nelle sue azioni e proposte nel quartiere Salario -Trieste.

La nostra referente è Roberta Miracapillo, una ragazza dall’aspetto pacato, ma molto brava a districarsi tra le mille faccende del circolo.
E’ la presidente, da circa 10 anni e io e Noemi abbiamo ritrovato in lei una persona che non si arrende mai alle prime difficoltà, ma caparbia e decisa nell’affrontare tutti e tutto senza nascondersi mai, alla luce del Sole.

Abbiamo conosciuto gli altri membri ,tra cui Alessio e Lorenzo, sempre impegnati in mille faccende che li portano spesso lontano dal circolo e poi Chicca, una ragazza che gestisce il circolo con Roberta.
Lei è la persona più dolce che noi potessimo incontrare, una ragazza molto disponibile , che ti fa sentire a casa, sempre pronta ad aiutarti .

Con loro abbiamo condiviso in questi 4 mesi,diverse esperienze, siamo andati a fare giornate come; Puliamo il mondo , nel nostro quartiere, poi abbiamo allestito e gestito Festambiente, (conclusasi i primi di dicembre) abbiamo condiviso viaggi e momenti di interazione culturale e esperienze di vita condivisa grazie ai G.A.S, gruppi di Acquisto Solidale.

Abbiamo conosciuto gente che si impegna anche solo con il proprio lavoro a cambiare questa città, in positivo, attraverso scelte di vita,o dedicate alla sensibilizzazione di più persone possibili.

Questo percorso ci sta arricchendo tanto, in soli 4 mesi ci ha dato molte soddisfazioni, dal ciclista che passa nella giornata dedicata alla pulizia delle Mura che ci ringrazia emozionato,ai bambini che ci seguono e imparano a non sporcare con i rifiuti e a rispettare questa città…

Ci sentiamo, da quando siamo al circolo di Mondipossibili, parte di una grande comunità di persone che non si arrendono e combattono per l’ambiente, per una vita più ecosostenibile possibile,che vogliono valorizzare e custodire il patrimonio naturale di Roma.

Ogni giorno, torniamo a casa sapendo che abbiamo fatto qualcosa di utile e non c è niente di più bello che sentirsi così emozionati, pieni di gratitudine e sensazioni bellissime, pensando di aver contribuito a cambiare questa città in meglio.

Silvia e Noemi

Cerca nel blog